* SEGNI/OPINIONI *


 "L’arte è un uccello sfuggito all’Uccellatore."
Guido Ceronetti, "La Lanterna del Filosofo" 









TUTTI GLI ANNI, TUTTI I MESI


NON MI SONO ANCORA TOLTO LE ALI

A UNA MOSTRA DI FONTANA

  LA MEMORIA DI ADRIANO

DEI RIBELLI A PARIGI
 
L'ANIMALE FELICE

SREDNI VASHTAR

 LA COSTRUZIONE

 IL MOAI E LA LUNA

ACCENDERE LA BALENA

ICONOMACHIA - LUTERO - ROMA

CRISTO DI FREETOWN  Sierra Leone '05 - '06

DELLO ZOO DI MENDOZA E DI TUTTI GLI ALTRI

INTORNO AI NATURALISTI [MANDEL'STAM]

PATRIA, TRA TCHAD E CHILE

DAI "DEVOZIONALI" IN POI

CROCODILE HOUSE

LE BEATITUDINI

ULTIMA TOURNEE

UNA RAGAZZA

CURICO'

SARA' IL TCHAD!
 
GIUDIZIO UNIVERSALE

IL FICO MALEDETTO
hh
LE RESPONSABLE

POSIZIONI

MON FRèRE

L'OGGETTO

DANTESCA

JACCUSE

TEATRINI

ECLISSE

TRIESTE

IL CADUTO

IL MIO TORO

IL CATALOGO

DEL PROTEUS

OPERE EROICHE

TESTA IDEALE

IL MINOTAURO

IL DIO DEL CAPANNONE

PREDICA AGLI UCCELLI

PER AMOR D'EUROPA

SAN GIORGIO FUORI DAL FORNO


SPEZZONE tratto da P.E. (Cristian Ferraro, 2005)

DISEGNI PER LA BALENA

IO SONO MARCO FINTINA

**  MARCO E NICOLA  **


- Tropicario -

- Fintinasauri -

- Palude degli Epigoni -

- Stanno tutti bene -

- 100 Famiglie -

- Addio alle Ande -
 
- Terra del fuoco -

- Patagonia Argentina -

- L'isola grande di Chiloé -

- Dio mi è saltato davanti -


- Amazzonia delle mie brame -

Foresta Allagata  [Video] -

- Elmo del Rio Negro -

- Pirarucu -

- Pan de Azucar -

- Al Dottor Tonon -

- Il Terremoto a Curicò -

- Il Terremoto nel Secano -

  - Il Moai e la Luna -

- Alti nel Lircay -

-
Accendere una Balena -

-
La Costruzione -

- Dello zoo di Mendoza e di tutti gli altri -

- Valparaiso -


- Sette Tazze -

- Prima settimana in Chile -

- Colibrì Libero [Video] -

-Intorno ai naturalisti [Mandel'stam]-

- Maroua-


- Striga -

- Garoua -

- N'Djamena -





“Credi fino all’estremo, (…) se poi la malvagità degli uomini suscitasse in te un’indignazione e una contrarietà irrefrenabili, a segno di farti scorgere un desiderio di vendicarti sui malvagi, abbi timore di questo sentimento più d’ogni altra cosa: immantinenti va’ e procurati delle sofferenze, come se appunto tu fossi colpevole di questa malvagità degli uomini. Affronta queste sofferenze e sopportale, e si placherà il cuor tuo, e comprenderai che anche tu sei colpevole, giacchè avresti potuto risplendere agli occhi dei malvagi se non altro come l’unico innocente, e non hai saputo risplendere così.”


Parole dello Starec Zosima, dai "Fratelli Karamazov"









-
©2019 MarcoFintina.com